CANNA DA TORRENTE TEAM DAIWA SPECIALIST RIVER TROUT REGLABLE

Serie che rappresenta in concreto la nuova filosofia Daiwa circa la flessibilità produttiva e l’estrema apertura alle specializzazioni più spinte. La pesca alla trota in torrente, come si fa in Italia con le canne teleregolabili, non esiste nel resto del mondo: corone, pallettoni e spiraline sono nostre invenzioni, per non parlare del salpaggio a volo della trota che caratterizza l’ambiente agonistico. Con grande umiltà, i tecnici Daiwa si sono dedicati allo studio dei sistemi di teleregolazione più attuali: gioco da ragazzi, quando l’assistenza è fornita da Fausto Buccella, ma impresa assai meno facile quando si deve salire dai livelli artigianali a quelli industriali, con l’immagine Daiwa a pesare sulla coscienza, con la missione di non tradire le aspettative di qualità da parte di un pubblico molto esigente. Ed è nata una serie di canne senza precedenti nella storia, montata all’origine nello stabilimento di produzione; oggi è qui a sfoggiare leggerezza e affidabilità, precisione e sensibilità, con una raffinatezza estetica che è diventata ovvia, scontata, naturale agli occhi degli appassionati, senza esserlo per nulla dal punto di vista realizzativo. Il profilo delle sezioni è quasi cilindrico nel corpo della canna per contenerne il diametro d’impugnatura; molto conico nella parte alta per ottenere fermezza, sensitività e un’ottima equilibratura allo scopo di non affaticare il polso nelle prolungate fasi di pesca. Nel calcio è celata una torretta distanziatrice in EVA, innervata da un tubolare in carbonio, che impedisce alle sezioni di entrare troppo a fondo in quelle sottostanti e di oscillare quando sono richiuse. I blocchi sono estremamente precisi e strutturati per durare nel tempo. In corrispondenza di essi, gli anelli sono a doppio gambo per resistere alla torsione imposta dalle mani nel momento dell’apertura e della chiusura delle sezioni.

•Struttura in carbonio ad Alto Modulo multistrato Daiwa SVF;

•Perfezione di curva sotto sforzo, grazie alla tecnologia V-Joint;

•Vettino in carbonio tubolare per leggerezza e resistenza;

•Anti Stick Joint su tutte le sezioni (compresa la vetta);

•Blocchi di teleregolazione a monte della base;

•Anelli Fuji Alconite a gambo doppio e a gambo singolo;

•Scorrevole sul sottovetta, per il salpaggio a volo della trota;

•Scorrevoli legati su tubetti in carbonio ad incastro;

•Torretta distanziatrice in EVA, irrigidita da un’anima in carbonio;

•Placca portamulinello legata, con guance in gomma;

•Tappo inferiore con filettatura interna al calcio;

•Cappuccio salva-anelli in tessuto rigido, chiuso a cerniera.

Categoria:

Descrizione

CANNA DA TORRENTE TEAM DAIWA SPECIALIST RIVER TROUT REGLABLE

Serie che rappresenta in concreto la nuova filosofia Daiwa circa la flessibilità produttiva e l’estrema apertura alle specializzazioni più spinte. La pesca alla trota in torrente, come si fa in Italia con le canne teleregolabili, non esiste nel resto del mondo: corone, pallettoni e spiraline sono nostre invenzioni, per non parlare del salpaggio a volo della trota che caratterizza l’ambiente agonistico. Con grande umiltà, i tecnici Daiwa si sono dedicati allo studio dei sistemi di teleregolazione più attuali: gioco da ragazzi, quando l’assistenza è fornita da Fausto Buccella, ma impresa assai meno facile quando si deve salire dai livelli artigianali a quelli industriali, con l’immagine Daiwa a pesare sulla coscienza, con la missione di non tradire le aspettative di qualità da parte di un pubblico molto esigente. Ed è nata una serie di canne senza precedenti nella storia, montata all’origine nello stabilimento di produzione; oggi è qui a sfoggiare leggerezza e affidabilità, precisione e sensibilità, con una raffinatezza estetica che è diventata ovvia, scontata, naturale agli occhi degli appassionati, senza esserlo per nulla dal punto di vista realizzativo. Il profilo delle sezioni è quasi cilindrico nel corpo della canna per contenerne il diametro d’impugnatura; molto conico nella parte alta per ottenere fermezza, sensitività e un’ottima equilibratura allo scopo di non affaticare il polso nelle prolungate fasi di pesca. Nel calcio è celata una torretta distanziatrice in EVA, innervata da un tubolare in carbonio, che impedisce alle sezioni di entrare troppo a fondo in quelle sottostanti e di oscillare quando sono richiuse. I blocchi sono estremamente precisi e strutturati per durare nel tempo. In corrispondenza di essi, gli anelli sono a doppio gambo per resistere alla torsione imposta dalle mani nel momento dell’apertura e della chiusura delle sezioni.

•Struttura in carbonio ad Alto Modulo multistrato Daiwa SVF;

•Perfezione di curva sotto sforzo, grazie alla tecnologia V-Joint;

•Vettino in carbonio tubolare per leggerezza e resistenza;

•Anti Stick Joint su tutte le sezioni (compresa la vetta);

•Blocchi di teleregolazione a monte della base;

•Anelli Fuji Alconite a gambo doppio e a gambo singolo;

•Scorrevole sul sottovetta, per il salpaggio a volo della trota;

•Scorrevoli legati su tubetti in carbonio ad incastro;

•Torretta distanziatrice in EVA, irrigidita da un’anima in carbonio;

•Placca portamulinello legata, con guance in gomma;

•Tappo inferiore con filettatura interna al calcio;

•Cappuccio salva-anelli in tessuto rigido, chiuso a cerniera.