Licenza di pesca: cosa serve in Lombardia

Coloro che intendono esercitare la pesca dilettantistica nelle acque interne dello stato italiano devono essere in possesso della “licenza di pesca” di tipo B. La licenza di pesca è costituita esclusivamente dalla ricevuta di versamento della tassa annuale di concessione regionale di Euro 23,00 da esibirsi unitamente ad un documento di identità. Il versamento della tassa può essere effettuato con le seguenti modalità:

  1. Sul seguente conto corrente bancario: IT95 D030 6909 7901 0000 0300047 (Codice SWIFT o BIT per pagamenti da conti esteri: BCITITMM) ​
  2. Sul seguente conto corrente postale: 25911207 Intestati a: Regione Lombardia – Tassa di concessione per la pesca – Servizio Tesoreria. E’ obbligatorio indicare nella causale dei versamenti:
  3. Codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto che effettua il versamento
  4. Codice direzione generale di riferimento: M1
  5. “Licenza di pesca tipo B” Sono esentati dal possesso della licenza di pesca i residenti in Italia di età inferiore a 18 anni o superiore a 65 anni e i soggetti di cui all’articolo 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104 che esercitino la pesca con l’uso della sola canna, con o senza mulinello, armata con uno o più ami.

• La licenza B vale anche per gli stranieri, mentre non è più previsto il permesso turistico. Pertanto chi esercita la pesca dilettantistica deve avere con sé, oltre al documento di identità, la ricevuta dell’avvenuto pagamento. Non sono più necessari ulteriori tesserini. La licenza ha durata 12 mesi dalla data del rilascio.

Per maggiori informazioni contattaci!
Visitate la nostra pagina Facebook

Tags: